Salviamoci da troppa TV e troppi videogiochi

Io sono dell’idea che né la TV né i videogiochi vadano demonizzati, semplicemente devono essere usati con giudizio.

Non possiamo aspettarci che questo “giudizio” ce lo mettano i bambini quindi dobbiamo mettercelo noi e trasmetterlo poi anche ai bambini che piano piano cresceranno.

Se usati in modo intelligente sia la TV che i videogiochi possono insegnare delle cose ai nostri figli e possono rappresentare un momento di svago diverso, l’importante è che restino dei “momenti” e che non diventino l’interesse preponderante.

Ho comprato i videogiochi ai miei bambini solo adesso che sono già alle scuole elementari e il controllo sui tempi e sul tipo di gioco che si compra lo trovo fondamentale.

La televisione la vedono da sempre (sia io che mio marito siamo appassionati di alcune serie/programmi) ma anche in questo caso il controllo sui tempi e ancor di più sui programmi lo trovo fondamentale.

I programmi per adulti li guardiamo solo dopo le 9,00 di sera (quando i figli dormono già profondamente) oppure quando sono a scuola.

Per loro io seleziono solo alcuni cartoni animati che ritengo educativi (tanto per fare due esempi dico Manny Aggiustatutto e Siamo fatti così), stessa cosa per i film e poi aggiungo programmi o DVD di tipo naturalistico o creativo, come Art Attack e documentari.

In casa mia (purtroppo già dai nonni c’è meno controllo!) ci sono alcune regole su cui non si transige da sempre, quelle della televisione e dei videogiochi fanno parte di queste regole.

Non sono molte queste regole ma toccano i punti importanti della vita di tutti i giorni e non sono negoziabili: principalmente il sonno (orario della nanna), i viaggi in macchina (uso del seggiolino), gli svaghi (TV, videogiochi, sport e giochi all’aria aperta), l’alimentazione (cerco di limitare al massimo le bevande tipo coca cola e simili e il cibo spazzatura).

Ma se ci si accorge che la TV o i videogiochi stanno diventando un problema cosa si può fare?

1. fate in modo che guardino solo programmi adatti alla loro età e guardateli insieme a loro, solo in questo modo vi potete accorgere se sono davvero adatti (ad esempio io mi sono accorta che alcuni cartoni come Ben ten e simili li inducevano a riproporre poi con amici e compagni alcuni comportamenti violenti, li ho subito eliminati dalla visione!). La stessa cosa vale per i videogiochi, controllate quali giochi vogliono comprare e scegliete solo quelli educativi.

2. proponete altre attività (meglio se all’aperto o comunque sportive) in modo che la TV e i videogiochi diventino un interesse marginale.

3. evitate di tenere accesa la televisione come sottofondo.

4. spegnete SEMPRE la TV ( e togliete di mezzo i videogiochi) durante i pasti, i compiti e le attività che fate insieme.

5. bandite la TV dalla cameretta

6. stabilite dei tempi giornalieri per i videogiochi e per la TV

7. non lasciate ai vostri figli il controllo dei telecomandi e dei videogiochi. Il telecomando lo tengono gli adulti e i videogiochi vengono consegnati a mamma e papà quando è scaduto il tempo giornaliero.

8. non utilizzate né la TV né i videogiochi come premio

Post correlati:

3 thoughts on “Salviamoci da troppa TV e troppi videogiochi”

  1. Deborah says:

    Sono d’accordissimo!
    Anche a casa nostra in linea di massima funziona allo stesso modo.
    E anche noi abbiamo problemi a fare rispettare le regole a casa dei nonni, ma alla fine ho stabilito che il tempo che passa dai nonni è poco e quindi che se lo godano. Sono bravissimi a capire la differenza tra casa dei nonni e casa propria già da piccolissimi!

  2. Pingback: Bambini e computer: come gestirli? | Mamma & Donna
  3. Trackback: Bambini e computer: come gestirli? | Mamma & Donna
  4. Pingback: Effetti della violenza su bambini e ragazzi: I Want To Be A Soldier | Mamma & Donna
  5. Trackback: Effetti della violenza su bambini e ragazzi: I Want To Be A Soldier | Mamma & Donna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting