In viaggio da sola e con una valigia piccola piccola

In viaggio da sola e con una valigia piccola piccola

Mi sono concessa una piccola vacanza senza bambini, dopo 6 anni che non andavo da nessuna parte è stato rilassante e liberatorio.

Perché come dice il titolo del blog non sono solo una mamma!

Il primo rito preparatorio a quel momento di evasione è stato quello della preparazione della valigia, una valigia piccolissima con dentro solo le cose indispensabili.

Mi mancava un accappatoio e sono andata a cercarmi

Mi sono dimenticata il ruolo di mamma solo per qualche giorno, ci sono riuscita malgrado le telefonate dai bambini che erano elettrizzati dalla pesca facilitata e dalle novità che incontravano nella loro vacanza parallela.

Non mi sono sentita in colpa perché la parentesi è durata giusto il tempo di un assaggio, probabilmente solo un giorno di più sarebbe bastato per farmela arrivare addosso com’è giusto che sia per una madre.

Anzi veramente non lo so se è giusto, però so che mi succede spesso, quando i figli sono con me e mi fanno arrabbiare mi sento in colpa, quando non ci sono ne sento la mancanza e mi rendo conto che non riesco a vivere il momento così com’è in serenità, sembra che ci sia sempre un tassello fuori posto.

Chissà se sono io che mi sento così, oppure se è un “mal comune mezzo gaudio” che viviamo tutte dopo essere diventate mamme e io quasi sempre mi sento proprio come dice Erika Jong:

Nessuno stato è così simile alla pazzia da un lato, e al divino dall’altro quanto l’essere incinta. La madre è raddoppiata, poi divisa a metà e mai più sarà intera.

Voi avete avuto un’evasione dalla divina pazzia dell’essere mamma recentemente?

Post correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting