Protezione solare : come scegliere il solare giusto per tutta la famiglia

Protezione solare : come scegliere il solare giusto per tutta la famiglia #baciatadalsole

A me sembra sempre che il tempo passi terribilmente in fretta, sembra ieri che eravamo alle prese con i compiti delle vacanze di Natale e invece siamo già in piena estate a pensare alle vacanze e alla protezione solare .

Per me questa storia delle creme solari è una gran scocciatura, negli anni ‘70 e ‘80 io stavo tutta l’estate in spiaggia ma di solari non ce n’era neppure l’ombra, semmai qualche rimedio casalingo quando capitava di bruciarsi un po’ (ma succedeva raramente) e le estati passavano così senza preoccupazioni e “imburramenti”.

Poi sono cominciate le ricerche sui melanomi e sui danni del sole ed è stato chiaro che eravamo degli incoscienti, così come abbiamo rischiato grosso ad andare su e giù per l’Italia senza seggiolini per la macchina.

Adesso i seggiolini per la protezione dei piccoli in automobile sono per me e per i miei figli una cosa importantissima, tanto che ne ho scritto persino una guida e li usiamo sempre, ma proprio sempre anche per fare pochi metri e ben legati.

Per i solari è lo stesso, quando ero bambina  sbagliavamo per ignoranza, adesso invece conosciamo i rischi e l’ansia sale con tutti i dubbi sulla scelta del solare giusto per noi e per loro (i piccoli).

Ma niente panico, basta seguire pochi consigli semplici per non sbagliare né a comprare la crema né a spalmarla nel modo e nei momenti giusti, vediamoli insieme:

1. Fototipo/ SPF

La prima cosa da fare è capire qual è il fototipo di tutti i membri della famiglia per poi scegliere il filtro giusto, si va da 0 fino a 50+ e scegliere il livello di protezione giusta è fondamentale.

Per non sbagliare il fototipo il Ministero della Salute ha preparato un veloce test da fare direttamente online, per ognuno rispondi alle sei domande per ottenere il numerino giusto tra questi:

  • Fototipo 1: capelli biondi o rossi, occhi chiari, carnagione molto chiara con efelidi, estremamente sensibile al sole, si scotta sempre e non si abbronza
  • Fototipo 2: capelli biondi o castano chiaro, occhi chiari, carnagione chiara, spesso con efelidi, sensibile al sole, si scotta con facilità e si abbronza con difficoltà
  • Fototipo 3: capelli castani, occhi chiari o marroni, carnagione bruno-chiara, può scottarsi ma si abbronza
  • Fototipo 4: capelli castano scuro o neri, occhi scuri, carnagione olivastra o scura, si scotta di rado e si abbronza con facilità
  • Fototipo 5: capelli neri, occhi scuri, carnagione bruno olivastra, si abbronza intensamente
  • Fototipo 6: capelli neri, occhi neri, carnagione nera, non si scotta mai, tipo di razza nera

Per noi è facile, noi siamo tutti tra Fototipo 3 e Fototipo 4 e conoscendo questo dato basta consultare lo specchietto qui sotto per capire qual è la protezione SPF da comprare:

  • SPF 50+ protezione molto alta ? Fototipo 1
  • SPF da 50 a 30 protezione alta ? Fototipo 2, 3
  • SPF da 25 a 15 protezione media ? Fototipo 3, 4, 5
  • SPF da 10 a 6 protezione bassa ? Fototipo 5, 6

2. Durata d’azione/Fotostabilità

La durata d’azione e la fotostabilità sono strettamente collegate, sono importanti perché se l’effetto della crema solare si ferma dopo poco tempo l’effetto protettivo si riduce molto anche se non si entra in acqua.

Meglio evitare i solai che riportano in etichetta la dicitura: “riapplicare frequentemente durante la giornata” perché in genere non garantiscono protezione oltre i 50-60 minuti.

Meglio preferire i solari più fotostabili che proteggono per 3-4 ore e il cui effetto continua a riparare la pelle anche dopo l’esposizione al sole.

3. Texture

Altro punto importantissimo, per tutti ma soprattutto per i bambini, se la crema è troppo unta o troppo difficile da spalmare le vacanze si trasformeranno in una lotta.

Tra creme, gel e latte c’è un texture che è perfetta secondo me: il latte spray. Si stende velocemente, non unge e lascia la pelle morbida. Però la scelta è molto personale, vedi tu qual è quello che preferite in famiglia.

4. Conservazione

Dopo aver scelto il solare giusto le modalità di conservazione sono altrettanto importanti, sotto il sole il rischio di rovinarlo per il caldo e la sabbia è altissimo.

Evita di lasciare le boccette sotto il sole, lasciale sempre all’ombra ed evita di far finire la sabbia all’imboccatura. Se ti porti dietro un frigo portatile per bevande o vettovaglie tieni sempre il solare in una busta di plastica con la chiusura a cerniera e poi riponilo dentro. Sarà bello fresco al momento di stenderlo sulla pelle e non rischierà di rovinarsi per il calore.

Questo post è offerto SOL PROTEZIONE + di Bottega Verde.

BOTTEGA VERDE presenta SOL PROTEZIONE +
Con estratti di Liquirizia di Calabria e di Petali di Girasole, la nuova generazione dei solari con protezione multi attiva anche dopo il tramonto.

Con estratto di Liquirizia di Calabria che ripara i danni del sole anche dopo l’esposizione: applicando i solari combinati ai doposole si ottiene un’azione multi attiva antiossidante che protegge la pelle anche dopo l’esposizione, quando i raggi del sole assorbiti
hanno ormai innescato reazioni dannose.

La linea è composta da 5 referenze per viso e corpo, adatte a tutta la famiglia.

Buzzoole

Post correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting