Parquet: manutenzione e pulizia per mantenerlo bello

Parquet: manutenzione e pulizia per mantenerlo belloI pavimenti in legno sono bellissimi, a prima vista sembrano tutti belli anche se ci sono grosse differenze tra il legno massiccio in essenze europee rispetto agli impiallacciati e a quelli di qualità inferiore.

Io nel corso degli anni ne ho avuti di tutti i tipi.

Il mio primo parquet fu un massello antico a Milano, era posato solo in camera da letto da oltre 100 anni ed era splendido.

Cigolava un po’ ma era robustissimo e si puliva facilmente, mai vista una rigaccia o una scoloritura…

Con altri tipi meno belli basta guardarli che si rigano subito e la luce normale delle finestre tende a colorirli nei punti nudi, così se si spostano i mobili poi si vede la tinta originale in quei punti e il resto è tutto scolorito, per questo motivo la scelta iniziale del materiale di posa è quella più importante.

Al contrario di quello che si pensa pulire i pavimenti in legno è molto facile e bastano piccoli accorgimenti per mantenerlo perfetto.

Il primo accorgimento che devi tenere a mente è di asciugare prima possibile eventuali macchie o perdite di liquido, siccome il legno è un materiale vivo reagisce all’umidità rovinandosi, anche qui però molto dipende dal tipo di listelli che è stato posato e dal tipo di trattamento che hanno subito a vernice, a cera o a olio.

In ogni caso asciuga sempre i liquidi ed evita come la peste le sostanze alcaline (come il bicarbonato).

Sotto ai mobili usa i feltrini adesivi per evitare antiestetiche righe.

Sempre per evitare rigacce ed usura metti dei tappeti sotto alle sedie con le rotelle.

La manutenzione normale di un pavimento in legno si riassume in pochi punti:

1. pulizia basilare con l’aspirapolvere con spazzola apposita (io uso il dyson V6 Fluffy che ha una spazzola speciale  morbidissima, con un rullo soffice e vellutato). Molto utili anche i panni in microfibra elettrostatica attira polvere che si trovano anche specifici per il parquet. Da evitare invece l’uso di macchine pulitrici a vapore

2. lavaggio che puoi fare con un panno in microfibra umido e ben strizzato solo con acqua calda, oppure con un detergente apposito per il legno.

C’è chi dice che non si deve usare il vapore, invece io ho provato anche con la mia scopa a vapore e ti assicuro che va benissimo. L’unico accorgimento è controllare che non resti troppo bagnato ed aprire bene le finestre in modo che si asciughi in fretta.

Evita invece tutti i detergenti schiumosi ed aggressivi (come l’ammoniaca e la candeggina).

3. trattamenti extra li puoi fare due volte all’anno con le apposite cere oppure oli a seconda della finitura. Io non li ho mai fatti (tranne prima del trasloco fatti in modo professionale) e il parquet è ancora bello.

Parquet: manutenzione e pulizia per mantenerlo bello

Questo post è offerto dalla ditta ROMANO Geom. CORRADO & C snc

Un’azienda a conduzione familiare ormai alla terza generazione (iniziò il nonno Marcello negli anni ’50 e sta continuando Corrado affiancato dalla moglie Nadia e dai figli Cristina e Andrea).
L’azienda, premiata con il prestigioso titolo conferito dalla Regione Piemonte dell’Eccellenza Artigiana settore Legno nell’anno 2000, è specializzata nella lavorazione della travatura in castagno e nella produzione di pavimenti in legno massiccio in tutte le essenze europee.
Sul loro sito puoi vedere tutta l’offerta e presso lo shoowrom di Roccasparvera, località Tetto Colombero in provincia di Cuneo, si ha la possibilità di toccare con mano la qualità e la solidità dei legnami trattati; in un ambiente dominato dal legno in ogni sua forma si può prendere visione delle essenze proposte e della molteplicità d’impiego di un materiale tanto nobile legato ad antiche tradizioni. Affidandosi allo staff si potrà progettare le rifiniture della casa dei sogni o dar vita alla ristrutturazione da sempre desiderata.
Buzzoole

Post correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting