Come dormire bene in gravidanza (e anche dopo)

Come dormire bene in gravidanza (e anche dopo)

Se sei in attesa il primo consiglio che ti do (e che ti darebbe qualsiasi altra mamma “navigata”, te lo assicuro) è di cominciare subito a dormire il più possibile!

I neonatini dormono tanto ma spesso hanno risvegli frequenti e dormono tanto in orari diurni quando per noi dormire è più complesso.

Durante i primi mesi da neomamma ritagliati più tempo possibile per pisolini , anche in ore inusuali, meglio ancora se insieme al tuo bimbo con un contatto da pelle a pelle.

Se per caso ti sembra di avere poco latte prendi in considerazione di fare anche la maratona di allattamento.

Purtroppo non si può fare il pieno di sonno prima per poterselo spendere e centellinare poi da neomamma, ma arrivare al parto bella riposata è importante e quindi ecco un po’ di consigli per migliorare la tua qualità del sonno:

1. Occhio al materasso (cogli l’occasione per cambiarlo)

Inutile dire che un buon sonno dipende anche da un ottimo materasso, tra l’altro sia per motivi igienici che per il forte rischio di cedimenti strutturali.

Pensa che i materassi a molle e quelli in lattice durano mediamente meno rispetto a quelli in memory foam (poliuretano) per quanto riguarda la struttura.

Io ho cambiato recentemente proprio un vecchio materasso a molle con un materasso in memory foam della Tammy e sono molto soddisfatta. Niente più mal di schiena e fastidi vari quindi a posteriori dico che ho fatto male a non cambiarlo prima considerato l’ottimo prezzo pagabile anche in 4 rate senza interessi.

2. Occhio al cuscino

Stesso identico discorso del materasso, sia a livello igienico che strutturale è bene avere un ottimo cuscino e cambiarlo spesso, dentro al cuscino si annidano tutta una serie di schifezze varie: acari, funghi come il tremendo l’aspergillus, residui di pelle, capelli e grasso.

Gli esperti dicono che il cuscino dovrebbe essere lavato ogni due mesi, con un lavaggio in lavatrice oppure a secco se è di piumino d’oca, e cambiato ogni 6 mesi.

Per la mia esperienza personale anche in questo caso i cuscini migliori sono in memory foam, io li cerco morbidi e leggeri tastandoli ben bene prima dell’acquisto…

3. Scegli la posizione giusta (con l’aiuto di cuscini e cuscinoni extra)

La posizione ideale per dormire con il pancione è quella sul fianco sinistro con le ginocchia un po’ piegate.

Lo dicono i medici e una ricerca fatta in Nuova Zelanda ha scoperto che dormire sul fianco destro o in posizione supina aumenta il rischio di aborto!

La ricerca neozelandese è stata pubblicata sul celebre British Medical Journal spiega anche perché le due posizioni sbagliate aumentino il rischio di aborti spontanei mentre quella consigliata è preferibile:  la posizione sul fianco sinistro facilita l’afflusso di sangue agli organi interni ed evita che vengano schiacciati dal peso dell’utero.

Dormire supine provoca problemi all’intestino che viene schiacciano dall’utero rallentando il suo funzionamento e la digestione.

Dormire sul lato destro è pericoloso per cuore e circolazione: viene schiacciata la vena cava inferiore che irrora il corpo dalla vita in giù, lo scarso afflusso di sangue causa pesantezza alle gambe e problemi al microcircolo. Il rischio è di essere vittime di abbassamenti di pressione, giramenti di testa e senso di spossatezza causati dallo scarso afflusso di ossigeno a muscoli, organi e tessuti.

Per evitare problemi la cosa migliore è ascoltarli (i medici) e aiutarsi a mantenere la posizione con cuscini e cuscinoni: almeno uno tra le ginocchia e uno contro la schiena per evitare di girarti senza accorgertene.

4. Elimina la caffeina (soprattutto dal primo pomeriggio in poi)

La caffeina, si sa, fa stare svegli ma se sei in attesa il suo effetto è maggiore perché in gravidanza rimane nel sangue più a lungo, quindi se vuoi dormire bene evita il caffè del dopo pranzo e tutti quelli successivi.

5. Modula bene l’assunzione di liquidi verso sera

Idratarsi è importantissimo sempre, in gravidanza ancora di più, però il rischio di alzarti due-tre volte per notte per fare la pipì è alto, nel primo trimestre per via degli ormoni, nei trimestri successivi perché l’utero cresce e preme sulla vescica riducendone la capienza.

Quindi il rimedio è bere tutta l’acqua necessaria durante la giornata ma moderarne l’assunzione nel dopocena.

6. Tieni lontano lo stress

Io sono la prima ad essere sempre stressata, quando ci sono problemi al lavoro o in famiglia riesco difficilmente a tenere lontana l’ansia continua finché non li risolvo e mi faccio del male!

Bisognerebbe evitarlo sempre ma in gravidanza ancora di più, quando ero in attesa dei miei bambini i problemi purtroppo non si sono volatilizzati ma io ho cercato di delegare tutto quello che potevo e sono riuscita a rilassarmi un po’ di più riuscendo anche a dormire meglio sia durante l’attesa che nei mesi dopo il parto.

Quindi il mio consiglio è: rilassati e delega ai tuoi genitori, ai tuoi fratelli e sorelle, al marito e anche agli amici…

Questo post è offerto da Tammy.

Il materasso TAMMY è un concentrato di qualità e tecnologia. Con i suoi 25 centimetri composti di 4 strati di prodotti innovativi, tra cui Memory ad elevata densità, rivestimento termoregolante, anallergico, antiacaro e totalmente sfoderabile e lavabile, ha superato i più sofisticati test ed ha ottenuto le più prestigiose certificazioni. Non a caso, il prodotto è garantito per 10 anni e coperto dalla garanzia soddisfatti e rimborsati di ben 120 giorni.

Buzzoole

Post correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting