L’expo con i bambini: i padiglioni da visitare

 

DETTAGLIO_Children-Park.jpgL’expo è un appuntamento da non perdere, soprattutto con i bambini. Se non siete ancora andati a visitarlo avete tempo fino al 31 ottobre 2015 ed ecco i padiglioni e gli eventi da non perdere insieme ai piccoli di famiglia:
1. Children Park
La prima tappa è proprio quella dedicata ai bambini, non un parco giochi ma un luogo di esplorazione e meraviglia con tante attività istruttive e divertenti. Si sentiranno a metà tra Alice nel paese delle meraviglie e degli esploratori.
I miei figli, che sono già un po’ grandini, non volevano più andarsene, sono rimasti estasiati.
2. Padiglione zero
All’ingresso ovest il primo padiglione che si incontra è proprio perfetto per i bambini, dentro un microcosmo con sculture di fauna dei vari continenti a grandezza naturale.
Noi amiamo gli animali in modo viscerale e ci siamo persi letteralmente in questo paradiso.
3. Slow Food for kids
Il presidio Slow Food ha creato uno spazio magico per parlare della biodiversità e contemporaneamente tante attività didattiche per i bambini in età scolare.
Sono attività gratuite organizzate presso la piazza della biodiversità vicino all’Ingresso Est.

4. Cluster del cacao e cioccolato
I Cluster riuniscono i vari paesi sullo stesso tema, in questo ovviamente si parla di cioccolato!
Il cacao viene declinato in tutte le forme e per i bambini, ci sono “la Fabbrica del Cioccolato e molte altre cose ancora.
5. Villaggio Save the Children
In mezzo a tanti spazi gioiosi segnalo il villaggio Save the Children, perché ai bambini bisogna anche raccontare che ci sono mamme e bambini meno fortunati e che per loro dobbiamo fare qualcosa, ognuno di noi può fare la differenza.
Nel Villaggio ci sono installazioni ed esperienze sensoriali e interattive che aiutano ad identificarsi con la vita di un bambino nato e vissuto nella povertà, entrando nella “macchina delle nascite” si entra in uno scenario completamente diverso da quello a cui sono abituati i nostri figli, possono comprendere davvero altre realtà e poi si può provare a cambiarle con il motto e il gioco “Be the Change”.
Una delle iniziative per portare il cambiamento è l’appello della campagna globale ” Every One“:
Save the Children chiede a tutti i visitatori del Villaggio di firmare un braccialetto, che riproduce quello utilizzato per le nascite, per chiedere ai leader mondiali di porre fine a tutte le morti infantili prevenibili entro il 2030 e si farà portavoce di questo messaggio consegnando i braccialetti al segretario delle Nazioni Unite Ban Ki-moon a settembre nel corso di un evento che l’associazione sta organizzando a livello internazionale.
Anche chi non visita l’Expo può aderire all’iniziativa firmando virtualmente il proprio braccialetto attraverso il sito internet dell’Organizzazione www.savethechildren.it/expo.
Facciamone firmare uno anche ai bambini più grandicelli, noi l’abbiamo fatto, e seguiamo Save the Children anche tramite Facebook, Youtube e Twitter per restare aggiornati anche in futuro sulle nuove iniziative.

Articolo Sponsorizzato

Post correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting