Back to school: la merenda perfetta esiste?

Qui seconda settimana di scuola, gli orari sono quelli definitivi con i miei figli a scuola fino alle 16,00.

Finalmente sto ricominciando la routine di sempre con tante cose da fare ma con la tranquillità che i bambini sono tranquilli e imparano tante cose belle.

La mensa scolastica non è il top nella mia città, il figlio grande mi da qualche problema perché tante cose non le mangia, mentre il piccolo è molto più possibilista e almeno assaggia tutto prima di dire che non gli piace 😀

Con queste premesse la merenda del mattino, cioè quella che fanno intorno alle 10,00 durante l’intervallo, diventa davvero importante, tanto quanto la merenda pomeridiana all’uscita da scuola…

Ma la merenda/colazione perfetta da portare a scuola, esiste?

Io dico di si e comincia dal contenitore che si usa per trasportarla, invece dei sacchettini usa e getta o dei metri di carta di alluminio o pellicola trasparente io ho cominciato ad usare dei contenitori riutilizzabili e spesso riciclati, che mi ha insegnato a fare la mia amica Alessia (si sempre lei, che se non ci fosse bisognerebbe inventarla :mrgreen: ).

Per il figlio piccolo che mangia tutto io offro tanta frutta che metto dentro al porta-banana riciclato e poi una bottiglietta di acqua e un succo 100% naturale.

Per il figlio grande devo ingegnarmi diversamente perché la frutta non c’è verso che la mangi se non ci sono io a pungolarlo, quindi a scuola devo inventarmi cose diverse ma quello che ama da matti sono le focaccine dolci o salate, i cucpcake alla nocciola oppure dei bei paninetti con prosciutto e formaggio e per lui uso il porta merenda fatto con i cartoni del latte.

Quindi, secondo me, la merenda perfetta è quella fatta in casa e trasportata in contenitori ad impatto zero dalla scuola materna fino alle superiori, voi cosa ne dite?

Post correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting