Donne

Lasciare il lavoro per realizzare un sogno

Oggi io e Virginia siamo liete di presentarti Marianna, ci regala un guest post bellissimo e ispirante in cui racconta come ha lasciato il suo lavoro (fisso) per realizzare il sogno di un lavoro cucito proprio per lei, per fare quello che desidera davvero.

So che molte di noi sono in una situazione analoga, bloccate in un lavoro che non amano ma che mantengono solo per tirare avanti e tutte, ma proprio tutte, abbiamo bisogno di racconti belli e veri come questo, buona lettura.

Ciao a tutti, mi chiamo Marianna e, dopo aver letto il titolo, sapete già qualcosa di davvero importante su di me: è la scelta che ho fatto nell’ultimo anno della mia vita.
Com’è andata?


È stato un processo molto lungo.

Credo sia normale, prima di lasciare un lavoro a tempo indeterminato con un buon stipendio, pensarci a lungo!
E ancora un altro po’ 😉
Parto parlandovi del mio sogno, proprio quello che sto facendo in questo momento raccontandovi di me: scrivere! Ho scritto sempre, fin da bambina, con una mente che viaggiava lontano con la fantasia.

Ma la vita, si sa, prende strade particolari, così mi sono trovata a trent’anni con i miei sogni chiusi in un cassetto, avevo iniziato a lavorare subito dopo il diploma, in un’epoca in cui si sentiva spesso quel fastidioso luogo comune secondo cui studiare non serviva a nulla… Ed era un concetto che attecchiva particolarmente con una diciannovenne desiderosa d’indipendenza.

A più di dieci anni di distanza, spinta dall’uomo meraviglioso che è oggi mio marito, sono ritornata sui miei passi e mi sono iscritta all’università.  Già, a trent’anni e passa, con un lavoro a tempo pieno.

LEGGI ANCHE:  Tweens: come sopravvivere ai figli preadolescenti da 9 a 13 anni

Come potete immaginare, prima di riuscirci ci sono voluti anni.

Quanti pianti mi sono fatta! Quanti weekend passati sui libri, quante vacanze sacrificate…

Ma ce l’ho fatta, nel marzo 2017 mi sono laureata con ottimi voti.

Nel frattempo ho ripreso a scrivere, ho partecipato a qualche concorso con discreti risultati e ho trovato infine la mia scuola di sceneggiatura, Bottega Finzioni a Bologna.

Infatti, quando mi hanno scelta per l’anno 2018 ho finalmente lasciato il mio lavoro.

Allo stesso tempo ho pubblicato un eBook, Scrivi, edito da Geeko Editor, che parla proprio della ricerca del coraggio necessario a lanciarsi, a lasciare la propria comfort zone e partire per luoghi sconosciuti.
Negli anni precedenti mi sono preparata bene, ho valutato pro e contro, ho messo da parte qualche soldino per i momenti più bui e poi … Mi sono buttata.


Dall’entusiasmo dei primi tempi, com’è normale, sono passata lentamente alla normalità, e non posso nascondervelo, ci sono momenti di forte scoramento. Non è una strada semplice, al contrario.

In Italia ci sono moltissimi aspiranti scrittori e, ahimè, temo, pochi lettori.

Al di là delle problematiche insite nel settore, credo che il segreto per stringere i denti e andare avanti nel tempo sia credere sempre in se stessi, ma anche avere qualcuno accanto che crede in te, che apprezza il tuo talento e ti sostiene, come io ho la fortuna di avere. Oggi, a più di un anno da quella scelta, non sono pentita: continuo a scrivere, ho due romanzi quasi pronti che aspettano solo di essere sottoposti ad attenta valutazione, mi occupo del mio blog, cerco nuove collaborazioni, nuove opportunità, giro l’Italia per presentare.

LEGGI ANCHE:  Conciliare lavoro e famiglia a costo di essere banale

Scrivo e soprattutto continuo a leggere e studiare per poter realizzare il mio sogno: diventare una brava scrittrice.

Vi racconto la mia storia, e ho scelto di scriverci sopra anche un romanzo, perché ho passato momenti molti bui, soffocata da un ambiente lavorativo tossico e da un impiego in cui non mi rispecchiavo, ma che sentivo di dover mantenere a tutti i costi perché è questo che ci viene insegnato dalla società.

Vi racconto la mia storia per essere d’aiuto a chi si sente come mi sentivo io, vorrei che ognuno fosse libero di scardinare i modelli precostituiti per vivere una vita autentica, che si tratti di un lavoro o di qualsiasi altro aspetto della vita, vorrei che la mia storia e la mia testimonianza fossero utili a chi sta cercando quel coraggio: non vi dirò che tutto sarà facile, ho rinunciato a tante cose, ma posso dirvi che la sensazione che si vive una volta fatto quel passo è impagabile.

Marianna Brogi
www.mariannabrogi.com
Instagram: @marianna.brogi
www.geekoeditor.it/prodotto/scrivi/

27Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting

Seguimi su Instagram

Uso i cookies, anche di terze parti, per migliorare la tua visita. Per accettarli continua a navigare, per saperne di più e cambiare le impostazioni consulta la Privacy e Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi