Bambini,  Famiglia,  Mamme

Pulizie di primavera: cosa butto e cosa tengo del mio essere mamma

Pulizie di primavera: cosa butto e cosa tengo del mio essere mamma

Sono ben lontana dall’essere una mamma perfetta.

Da questo assunto deriva che ho un bel po’ di cose che vorrei rottamare, non è facile perché alcuni comportamenti sono cristallizzati, ma un momento di riflessione e di autocritica non può fare che bene e così colgo l’occasione con la primavera e con l’argomento della staffetta di BLOG in BLOG di oggi.

Mi rendo perfettamente conto di cosa ho sbagliato dopo averlo fatto ma in quel preciso istante non trovo altro tipo di reazione dentro di me, succede anche a voi così?


I comportamenti con i figli sono come le pietre e le parole del libro di Carlo Levi, una volta lanciate non si possono più ritirare e se si ha l’intelligenza di capire il proprio sbaglio i sensi di colpa impazzano, e meno male!

Ad esempio reagisco nel modo sbagliato ai capricci, al disordine in cameretta e in casa (anche i vostri figli lasciano tutto in giro seminato ovunque???) e alla disattenzione, quando mi fanno ripetere mille volte le stesse cose che sanno (e che ripeto) da sempre: non camminare scalzo, riordina i giochi dopo aver finito di usarli, mangia composto e non abbarbicato sulla sedia, ecc. ecc.

Qualche volta sono nervosa o troppo occupata per ascoltare davvero i bambini e questo si traduce in un bisogno di attirare la mia attenzione in modo spasmodico, con continue interruzioni  e richieste delle cose più strane.

Il mio lavoro freelance mi permette di essere quasi sempre con loro quando non sono a scuola quindi sicuramente non sentono la mancanza del tempo insieme, il punto deve essere un altro.

LEGGI ANCHE:  Salviamoci da troppa TV e troppi videogiochi

Però vorrei trovare una modalità giusta per dare attenzione quando ne hanno bisogno in modo che non sentano il bisogno di essere sempre al centro dell’attenzione e che mi concedano anche lo spazio per lavorare e fare quello che é necessario in casa.

Per fortuna ci sono anche alcune cose che tengo del mio essere mamma ma non credo sia il caso di riflettere troppo sugli aspetti positivi, quelli ci sono ma devo lavorare un bel po’ sugli aspetti da cambiare, e con tutti quelli che ho sarà il caso che vada :mrgreen:

Voi come siete messi?

Ogni tanto vi fermate e a riflettere su cosa c’è da “buttare” nei vostri comportamenti come genitore?

Questo post partecipa alla staffetta “di BLOG in BLOG” per l’argomento “La mia città del cuore”.

E’ un’iniziativa che parte direttamente dai blogger che propongono, ogni mese, un argomento.

Ogni giorno 15 del mese tanti blogger italiani si passano il testimone in questa staffetta virtuale, raccontando lo stesso argomento con tanti occhi diversi, tante sfaccettature e tante interpretazioni.

Ecco tutti i blog di maggio:

1) Alessia scrap & craft – http://www.4blog.info/school

2) Mamma & Donna – http://www.mammaedonna.info

3) Federicasole – http://lamiadolcebambina.blogspot.it/search/label/staffetta%20di%20blog%20in%20blog

4) Impronta di mamma – http://improntadimamma.blogspot.it

5) Micaela Le M Cronache – http://lemcronache.blogspot.it/search/label/Staffetta

6) Federica Rossi – http://mammamogliedonna.blogspot.it/search/label/Staffetta%20di%20blog%20in%20blog

LEGGI ANCHE:  Cosa non deve mai mancare nella borsa della mamma

7) paroladilaura – www.paroladilaura.it

8) Vivere a piedi nudi – http://vivereapiedinudi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog

9) whatAwhomanSaysAboutit – www.quellocheunadonnadice.blogspot.it

10) Palmy Learning is experience – http://laproffa.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog

11) Sara Stellegemelle – http://www.stellegemelle.com/search/label/di%20blog%20in%20blog

12) Alessandra – http://fiorievecchiepezze.wordpress.com

13) Io mi piaccio – http://iomipiaccio.blogspot.com

14) Cristina – http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/search/label/Staffetta%20di%20blog%20in%20blog

15) Il mondo di Cì – http://ilmondodici.blogspot.com/

16) maryclaire perle&cose http://www.maryclaire-perlecose.blogspot.it/

17) made in bottega – http://www.madeinbottega.com

18) Accidentaccio – http://accidentaccio.blogspot.com

19) Il pampano – http://ilpampano-designbimbi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog

20) Mammachecasa! – http://mammachecasa.blogspot.co.uk/search/label/Staffetta%20Di%20blog%20in%20blog

21) CeciliaKi – http://ckmystyle.blogspot.it/search/label/staffetta-di-blog-in-blog

22) Barbara – http://mammababysiracconta.blogspot.it/

23) Tinella – http://unaltracosabella.blogspot.it

24) Patrizia – http://pattibum.wordpress.com

25) Dispariepari – http://www.dispariepari.it/

26) Raffaella – http://kitchentipsblog.com/

27) Désirée – http://www.letturealcontrario.com

28) Le Gioie di Moira – http://legioiedimoira.blogspot.it/

30) Design Therapy – http://www.designtherapy.it/

31) Idea Mamma – http://www.ideamamma.it

32) Wondernonna – www.wondernonna.it

33) Arianna – www.conlemaninelsacher.blogspot.it

34) Sono al Mondo – http://http://sonoalmondo.blogspot.it/

35) Il caffè delle mamme – http://www.ilcaffedellemamme.it

36) I Viaggi dei Rospi – http://www.iviaggideirospi.com/search/label/Staffetta%20di%20Blog%20in%20Blog

37) Verdearighe – http://verdearighe.blogspot.it/

38) Come nasce una mamma – http://www.comenasceunamamma.it/news/tempo-libero/193-pulizie-di-primavera-cosa-butto-e-cosa-tengo.html

39) Norma – http://voglioilmondoacolori.blogspot.it/

40) Mamma…e ora che faccio?? – www.mammaorachefaccio.com

41) Viaggi e Baci: http://viaggiebaci.wordpress.com/

42) Caos In Casa: http://caosincasa.blogspot.it/

43) Bodò. Mamme con il jolly http://www.bbodo.it/tag/di-blog-in-blog/

44) mamiblog.it – http://www.mamiblog.it/mamme-con-bimbi/80-pulizie-di-primavera-cosa-butto-e-cosa-tengo.html

45)Priorità e Passioni http://prioritaepassioni.blogspot.it/

16 commenti

  • Beat

    Per me è ancora prestissimo per tirare le somme (Pablito non ha neanche un mese) eppure già a volte mi sento in colpa, perché mi sembra così difeso in questo momento e a volte non so se sono e sarò all’altezza di proteggerlo come merita. Sia fisicamente che psicologicamente…comunque intanto complimenti a te, “l’auto analisi” dovrebbero farla un sacco di mamme! Per il resto anche se non sono lì sento che hai più cose da tenere che da buttare… 🙂

  • Susanna Murray

    Ciao! Le tue riflessioni sono molto autentiche e importanti, ma credo che pensare che ” I comportamenti con i figli sono come le pietre e le parole del libro di Carlo Levi, una volta lanciate non si possono più ritirare” sia davvero un pensiero un po’ troppo punitivo. Non sarà che abbiamo un ideale irrealistico di mamma perfetta, poco concreto e inutile per i nostri figli?
    Non esistono errori ma reazioni emotive, non sempre consapevoli, a certe situazioni. E a chiedere scusa si fa sempre in tempo 😉 Un abbraccio!

  • ilmondodici

    Anche io mi accodo a Susanna e penso sia importante non aver paura che non ci sia modo di rimediare, anche se mi ritrovo molto con le tue riflessioni e a mio modo mi metto in discussione ogni giorno sul mio essere madre. Il bello però è che noi cresciamo insieme ai nostri figli, specie chi di noi si apre alla possibilità di cambiare e migliorare.

    Se non lo conosci già ti suggerirei di leggere Gordon, Genitori Efficaci, è un libro che può offrire qualche spunto per le domande che ti poni. Ciao!

  • Maria Chiara

    Ogni genitore credo abbia dei comportamenti da buttare e altri da tenere: l’importante secondo me è spiegare le cose, anche quando sbagliamo… poi magari con il tempo si migliora anche!

  • Alessandra

    Qualche scatto d’ira o irritazione con i figli non avrà nessuna conseguenza se ci sono stati tanti altri momenti belli vissuti insieme ed anche se in qualche caso sappiamo chiedere scusa. I bambini sono in grado di capire che anche le mamme a volte sbagliano

  • Norma

    Sicuramente un po’ di tempo per fermarsi e riflettere sui nostri comportamenti di genitori non guasta, ma la cosa più importante è che loro capiscano il nostro amore
    Ciao

  • Cecilia Ki

    Premetto che NON SONO UNA MAMMA, ma credo che la prima frase che hai scritto sia il cuore di tutto: non è la perfezione che viene richiesta…ma l’amore! Quindi la frase la cambierei in “Sono una mamma che vuole bene ai suoi bimbi e una mamma normale!” et voilà, la prospettiva è cambiata e non c’è bisogno di tutta questa rigidità con te stessa!
    Credo che tu sia già la persona speciale della quale hanno bisogno i tuoi figli, non ci è richiesta la perfezione in questo mondo, ci viene chiesto di vivere la vita a piene mani anche con le nostre imperfezioni, ma a pieno! 😉

  • stellegemelle

    devo assolutamente sapere quanti anni hanno i tuoi figli….perchè con le mie, che hanno tre anni e mezzo, sono già stufa di dire quelle cose…devo sapere per quanto ancora devo andare avanti!!! 😉

  • Cristina

    Nemmeno io sono una mamma perfetta, tra l’altro lavorando tutto il giorno di sensi di colpa ne ho a bizzeffe. Cerco di fare del mio meglio.. Ogni tanto esplodiamo. Sì perchè ora Bimba va per i dieci anni e quindi anche lei a volte ha le sue, io le mie.. e allora tira tempesta di brutto, ma poi ci scusiamo a vicenda..Si può sempre migliorare, ma la cosa importante è volersi bene in tutti i sensi, riferendolo quindi non solo agli altri, ma anche a noi stesse 🙂 Buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting

Uso i cookies, anche di terze parti, per migliorare la tua visita. Per accettarli continua a navigare, per saperne di più e cambiare le impostazioni consulta la Privacy e Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi