Adolescenti,  Bambini,  Famiglia

La top 5 degli sport per bambini grassottelli

Tuo figlio è grassottello?

Niente panico perché sei in buona compagnia, le statistiche dicono che è grasso un bambino su 3 in Italia e anch’io mi sono scontrata con questo problema quando mio figlio era alla scuola elementare, non un grande sovrappeso ma comunque un peso eccessivo rapportato agli altri percentili di crescita e alle tabelle del pediatra.

Non sempre è colpa dell’alimentazione, o almeno non solo, nel nostro caso stavano pesando conflitti irrisolti legati ad un gravissimo incidente del papà con tutti i problemi psicologici e medici che ne sono conseguiti, che ha scompaginato le nostre vite e ci ha portato alla separazione, questa doppia tegola sulla testa ha creato nei miei bambini (e probabilmente anche in me) una serie di stravolgimenti anche fisici, che si sono evidenziati nel sovrappeso di uno e nel sottopeso dell’altro, anche se l’alimentazione era più o meno la stessa per entrambi (ed anche l’età), anzi vista lam differenza evidente tendevo a dare più cibo al magrolino e a tenere leggermente a dieta il grassottello.


Come si esce da un sovrappeso senza diete drastiche, che nei bambini non vanno mai bene?

Tolti i fuori pasto, le merendine troppo grasse e i cibi spazzatura (che comunque in casa mia entrano raramente) la salvezza per salvare capra e cavoli è lo sport.

Lo sport aiuta a formare il fisico ma se lo scegli bene aiuta anche un bambino un po’ sovrappeso, che magari sentendosi diverso dai bambini più magri e scattanti si tiene in disparte e si sente poco accettato, fa miracoli.

Il miracolo per noi è avvenuto, non so neppure io come ma sicuramente anche grazie allo sport.

Adesso che ha quasi 15 anni il mio grassottello è cresciuto, non è più grassottello ed è l’anima della festa, pieno di amici non fa altro che ricevere inviti da ragazzi e ragazze per uscire, fa teatro e qualsiasi discorso in pubblico è affidato a lui, che nel protagonismo positivo ci si trova proprio bene.

Lui ha fatto la sua parte e dalla scuola media è fiorito, letteralmente.

Ma lo sport ha aiutato tanto questo processo, quindi non va visto solo come uno strumento temporaneo per perdere peso, ma come un investimento per la vita e come tale va scelto, ovviamente ascoltando lui o lei e assecondando gusti e passioni, ma magari forzando anche leggermente l’idea di provare e se poi non piace si cambia, fino a trovare quello perfetto e che diventerà una passione.

LEGGI ANCHE:  Nomi da bambina: Elettra

Sono lontani i tempi in cui tremavo ogni sera per gli episodi di bullismo alla scuola elementare (purtroppo ci sono stati anche quelli) e piangevo di nascosto per lui per i tradimenti di altri ragazzini che lui considerava amici ma che, grazie al suo carattere dolce e fiducioso, lo vessavano e gli facevano dispetti cattivi.

Voglio fare tesoro della mia esperienza di mamma accompagnandoti in una visita virtuale ai 5 migliori sport per bambini e ragazzi grassottelli, maschi o femmine non ha importanza, ogni sport è assolutamente unisex e negli ultimi anni ne abbiamo avuto la prova assistendo a medaglie d’oro alle squadre femminili di sport considerati tipicamente maschili (come il mio amato Rugby).

Partiamo?

Ecco la TOP FIVE degli sport per bambini e bambine grassottelli e non solo…

Sono tutti sport che implicano un allenamento molto intenso ma, nei primi anni, vengono proposti come un gioco e si aumenta gradatamente l’impegno fisico, sono adatti a tutti i bambini sani da 5-6 anni in su ma sono anche sport in cui un sovrappeso iniziale non è un handicap ma può essere anche un valore aggiunto, così cresce l’autostima a aumenta la voglia di partecipare ed allenarsi insieme agli altri.

1. Rugby

A capitanare questa classifica non poteva che esserci il rugby, il gioco dei gentiluomini.

La squadra viene prima del singolo e c’è un ruolo per tutti, per il piccoletto ma volitivo, per i ragazzini più corpulenti e per quelli magri lunghi e veloci a correre, nessuno viene lasciato indietro e tutti imparano a gestire la propria fisicità e quella degli avversari.

Per i piccoli ha regole semplificate ed è sempre molto divertente e fisicamente intenso. Alterna fasi aerobiche e fasi anaerobiche infatti viene definito uno sport “misto” con passaggi intensi e fasi di recupero.

Chi lo prova difficilmente lo abbandona.

Amo il rugby da sempre e se vuoi approfondire puoi leggere cosa ho scritto in passato cliccando qui.

Le bambine sono ancora più brave dei maschi, provare per credere!

2. Nuoto

L’acqua sostiene e fa sentire leggeri, in acqua il peso non è mai un problema, anzi può diventare facilmente un punto di forza per essere i primi a finire la vasca.

In più non vengono sollecitate malamente e sovraccaricate le articolazioni, che con il sovrappeso può essere un rischio.

LEGGI ANCHE:  Questa estate per i bambini ho scelto una ragazza alla pari

Se tuo figlio non ha problemi a mettersi in costume insieme ad altri bambini il nuoto è uno sport completo, intenso e molto utile sia per dimagrire e sviluppare la muscolatura, sia per superare il timore di non essere all’altezza.

3. Pallanuoto

La pallanuoto si ricollega al nuoto, anche in questo caso in vasca c’è uno sport molto intenso che per i più piccoli viene proposto come un gioco fino a crescere per affrontare sfide sempre più impegnative senza grossi problemi.

Malgrado l’allenamento intenso le articolazioni sono al sicuro e il sovrappeso iniziale (che però vedrai in breve tempo sarà un ricordo) non è un problema ma anzi, in alcuni ruoli, può essere un punto forte in squadra.

4. Basket

Il basket è un altro sport di squadra che aiuta a integrarsi e rapportarsi con gli altri, superando eventuali blocchi psicologici, e in cui un fisico più robusto della media viene apprezzato per determinati ruoli di squadra.

Sviluppa riflessi e coordinazione e favorisce sviluppo della colonna vertebrale e crescita.

Anche in questo caso allenamento intenso che aumenta di intensità con il crescere dei bambini, ma che inizialmente viene proposto solo ed esclusivamente come un gioco super divertente.

5. Canottaggio

Il canottaggio è lo sport che si fa in acqua (di mare, di fiume o di lago) ma senza bagnarsi o quasi Sorriso

E’ uno sport di resistenza di lunga durata che sviluppa muscolatura e coordinazione dei movimenti.

In genere è un’attività che, rispetto agli altri di questo elenco, si comincia dai 9-10 anni e non prima, magari come evoluzione rispetto al nuoto.

La sollecitazione delle articolazioni, per via del sovrappeso, è praticamente inesistente e anche in questo sport iniziare da grassottelli non è uno svantaggio, tutt’altro, così i bambini invece di sentirsi inadeguati per l’aspetto fisico si trovano subito in grado di competere con gli altri e migliorare la propria autostima e la voglia di continuare gli allenamenti e magari anche le gare.

Alla fine mio figlio ha provato tante cose e ha scelto il rugby e il tennis, che non è in elenco ma che lo appassiona molto!

I tuoi bambini che sport stanno provando?

come scegliere lo sport migliore per bambini sovrappeso-001

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting

Uso i cookies, anche di terze parti, per migliorare la tua visita. Per accettarli continua a navigare, per saperne di più e cambiare le impostazioni consulta la Privacy e Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi